VIDEO- La gioia dei dirigenti Marconi e Serravalle, i complimenti dell’Atalanta per il titolo Juniores


VIDEO- La gioia dei dirigenti Marconi e Serravalle, i complimenti dell’Atalanta per il titolo Juniores

Il titolo italiano è realtà e nella mattinata di mercoledì 21 giugno una piacevole sorpresa: l’Atalanta Bergamasca calcio si è complimentata attraverso il proprio presidente Antonio Percassi con la società diretta da Ezio Morosini per il campionato vinto dagli Juniores Nazionali. La Virtus Bergamo 1909 coglie l’occasione per ringraziare di cuore per il pensiero la società nerazzurra.

Quella Coppa splende sempre di più ogni giorno che passa nella bacheca della Virtus Bergamo 1909 ad Alzano Lombardo. E’ il frutto di un anno di sacrifici, di un cammino quasi senza macchia, ma soprattutto di tanti anni di duro lavoro verso la seconda formazione della società, un percorso che ha radici lontane, ancora prima dell’AlzanoCene, che vede tra i protagonisti l’attuale dg della Virtus Bergamo 1909 Roberto Marconi.
“E’ la gioia più bella, in questo triennio abbiamo fatto due finali ed è arrivato il successo che cercavamo, ha un valore enorme -ha affermato Marconi-. L’anno scorso abbiamo perso agli Ottavi, mister Togni ha vinto 7 campionati su 9 e ci aspettiamo sempre di giocarcela e partecipare alla fase finale. Il mister è con noi da 12-13 anni, dall’Ardens Cene alla Virtus Bergamo ed è specializzato su questa fascia, età su cui lavora anche da insegnante nella vita di tutti i gironi. Dedico il titolo a tutti quelli che vogliono bene alla Virtus Bergamo e spero che ce ne siano tanti ancora”
Tra i fautori di questo progetto che ha portato al titolo Nazionale, della scelta di scendere in campo con una formazione più giovane poi rivelatasi vincente c’è Giuseppe Serravalle, al primo anno nel ruolo di direttore tecnico della Juniores bianconera.
“I ragazzi hanno fatto una grandissima prestazione, non abbiamo rubato niente a nessuno, ci siamo conquistati questo titolo sul campo, sviluppando un gioco fantastico. Grazie al mister che è stato il primo insieme a me a crederci: ho cercato di trascinare gli altri con il mio entusiasmo, anche la fortuna serve, ma siamo stati davvero bravi. Ci credevo, sapevo che questi ragazzi avevano un’anima, andava solo tirata fuori. La dedica va alla mia famiglia in primis, poi a Marco Mancin e ad un amico che non c’è più, Salvatore Di Costanzo”.



Articoli correlati

Juniores Virtus Bergamo 1909: il classe 2001 Marco Trussardi a segno all’esordio. Ultima d’andata al Falco di Albino sabato 16 dicembre alle 14,30

Prossima Partita

Pergolettese
-
Virtus Bergamo
-
domenica 17 dicembre 14:30

Ultima Partita

Virtus Bergamo
1
Bustese Milano City
1
domenica 10 dicembre 14:30

Video

Sponsor