VIDEO – Pasquale Lascala, dt Virtus Bergamo 1909 “Cresciamo sempre più: orgogliosi di come lavora la società”


VIDEO – Pasquale Lascala, dt Virtus Bergamo 1909 “Cresciamo sempre più: orgogliosi di come lavora la società”

Il progetto cresce, i giovani anche, i risultati aiutano e lui si gode i frutti di un lavoro iniziato nell’estate del 2015, passato dalla stagione della salvezza ad un certo punto quasi insperata, ad una finale playoff persa all’ultimo e ora un’ottima posizione in classifica della squadra attualmente allenata da Mindo Madonna. Passando al Falco di Albino, quando il lavoro glielo permette, si può incontrare a bordo campo il direttore dell’area tecnica Pasquale Lascala, sempre vicino alle sorti della società bianconera.

“Sono già passati due anni e mezzo, è un impegno importante, siamo in una società di livello professionistico, tutto quello che gira attorno è organizzato e fatto in modo professionale -ha affermato alle telecamere di Virtus Channel-, siamo orgogliosi di come lavoriamo. Stiamo crescendo sempre più e lo stiamo vedendo in questo anno: ci sono ben 12 classe 1999 e 2000, un lavoro certosino fatto fin dal settore giovanile, ma poi portato avanti in modo determinato dai dirigenti che fanno parte di Juniores e Prima squadra e stiamo iniziando a vedere i risultati”.

Per il dt virtusino il calcio resta sempre una “malattia” sana, l’hobby di sempre, tra gioie e dolori, tra il campo, la panchina e la scrivania.

“Da allenatore ho iniziato con Giuliano Sonzogni e con lui ho conosciuto Arrigo Sacchi, frequentavo Coverciano e Milanello quando l’Italia preparava gli Europei del 1996 in Inghilterra. Fare l’allenatore o il dirigente sono due cose diverse, ma la mentalità e il modo di impegnarmi è lo stesso, questa esperienza mi ha aiutato molto e il lavoro fatto un tempo lo sto portando avanti anche adesso”.

Un modo di vedere il calcio che il grande tecnico di Fusignano ha scoperto, modellando il suo Milan fino ad arrivare al tetto del mondo: oggi questo tipo di calcio è ancora in auge?

“Quel metodo sacchiano, la zona, ha cambiato il calcio alla fine degli anni 80, da lì ogni allenatore ha preso un pizzico di quell’ esperienza mister mettendoci del proprio, ed il calcio è andato in un’altra direzione. Oggi si è più sulla difesa a 3, ma con i canoni di aggressione alla palla e all’uomo, l’esempio è quello dell’Atalanta dove lo vedi chiaro con una pressione in tutte le zone del campo, l’ evoluzione del calcio”.

Oggi non si fa altro che polemizzare a grandi livelli, secondo lei cambierà qualcosa con l’introduzione della tecnologia?

“Spero che il calcio rimanga sempre lo stesso, basta vedere la Var, se utilizzata bene dà un aiuto agli arbitri e questa è l’evoluzione del gioco, ma la base deve rimanere questa. Mi ricordo quando ero piccolo, non c’era polemica, si vedeva un tempo in tv e il resto alla radio, spero rimanga puro come una volta pur con un aiuto utile della tecnologia”.

 



Articoli correlati

S’avvicina la prima della Serie D 2018-2019 contro il Mantova. Pasquale Lascala, dt Virtus Bergamo: “La sorpresa del girone vogliamo essere noi”

Virtus Bergamo 1909 nel futuro. La conferma del dt Pasquale Lascala “Un progetto sempre in crescita. Alla Virtus solo uomini con valori importanti”

VIDEO- Il film del match con il Trento. Mister Madonna “E’ mancata la forza, ma la reazione c’è stata. La crescita del gruppo prosegue”

VIDEO- Rivivi il successo sul Trento e le interviste ai protagonisti del match

Via al campionato con il Trento. Capitan Germani “Lavoriamo sull’entusiasmo con i nostri giovani di qualità”

Prossima Partita

-
-
domenica 5 Maggio 15:00

Ultima Partita

Virtus Bergamo
1
Villa d'Almè VB
1
domenica 5 Maggio 15:00

Video

Sponsor