fbpx

Prima squadra al lavoro in attesa della Pro Patria. Il ds Mirco Poloni “Obiettivo per il 2017 continuare il percorso di crescita”


Prima squadra al lavoro in attesa della Pro Patria. Il ds Mirco Poloni “Obiettivo per il 2017 continuare il percorso di crescita”

Ancora pochi giorni e sarà campionato. Virtus Bergamo 1909 è pronta a tornare al lavoro in vista della ripresa delle ostilità: domenica 8 gennaio alle 14,30 la squadra di Madonna sarà in campo a Busto Arsizio contro la Pro Patria per il big match della 1° giornata di ritorno, subito 90′ chiave per la lotta in zona playoff.

“Siamo già sul pezzo per lavorare e preparare al meglio il ritorno: mi aspetto una crescita, che fino a questo momento è stata costante, e spero continui ad essere così. Dobbiamo crescere come singoli e come squadra, poi sugli obiettivi mai dire mai: abbiamo fatto tanti punti, ma c’è chi ne ha fatti di più e significa che possiamo fare ancora meglio. Ci aspetta una partita difficile, anche se sono quelle che si preparano da sole, dove le motivazioni non mancano. A Darfo li ho visti, hanno fatto un po’ fatica ma avevano diverse assenze. Sono organizzati, hanno cambiato in difesa, passando da 4 a 3, hanno compreso la categoria dopo un avvio non dei migliori e 8 vittorie di fila non le fai per caso, in più stanno recuperando anche giocatori importanti”.

Il 2016 si è chiuso con un brillante 3° posto, frutto di ben 37 punti, un risultato di cui andare fieri.

“Possiamo essere soddisfatti di questo girone d’andata perché abbiamo raggiunto un simile traguardo in termini numerici, ma c’è tutto il girone di ritorno e i conti si fanno alla fine. Sicuramente la società può essere soddisfatta perchè questa squadra ha raggiunto un ottima organizzazione di gioco, ma può ancora migliorare”. 

Per Poloni c’è anche la soddisfazione di un’ottima prima annata nei panni di direttore sportivo, passato in pochi anni dal campo, al ruolo di osservatore-scouting a spasso per l’Italia fino alla “scrivania del Carillo”: la soddisfazione è nella prestazione dei ragazzi da lui scelti.

“Siamo contenti di quello che sta facendo tutta la rosa: Soumare e Cavalieri sono state due note positive, viste le realtà da cui arrivavano: il primo dalla D sarda dopo aver giocato una parte del girone di ritorno, il secondo con poche presenze nella Berretti della Cremonese. Scannapieco era il capitano del Genoa Primavera, l’ho visto e seguito, mi ha impressionato per l’attaccamento alla maglia che ha e ha fatto vedere cose importanti, spero per lui in una carriera luminosa”. 

La tribuna del Carillo Pesenti Pigna è piena di ospiti illustri negli ultimi mesi, diversi osservatori dalla serie maggiori. “Ci sono osservatori di Lega Pro e B da noi, ma non solo per i giovani, ci sono diversi giocatori, come Morosini o gli altri di quella età, stanno facendo rivedere le loro qualità. Sono contento dei nostri “vecchi”, perchè vedo che c’è molta compattezza, fa specie che si vedano anche fuori dal campo, mi piace questa coesione, stiamo lavorando da gruppo e stiamo creando una squadra vincente, grazie anche al lavoro della società che ha messo insieme uno staff tecnico di grande qualità”.

 

 



Articoli correlati

Virtus Bergamo 1909 nel futuro. La conferma del dt Pasquale Lascala “Un progetto sempre in crescita. Alla Virtus solo uomini con valori importanti”

Via al campionato con il Trento. Capitan Germani “Lavoriamo sull’entusiasmo con i nostri giovani di qualità”

Prossima Partita

Darfo Boario
-
Virtus Bergamo
-
domenica 3 marzo 14:30

Ultima Partita

Virtus Bergamo
1
Villafranca Veronese
1
domenica 24 febbraio 14:30

Video

Sponsor